Apri
Betscanner
Betscanner
Betscanner
Schedina

Venerdì 20/03

STOICHKOV Hristo: genio sregolato

Approfondimenti

Stoichkov Hristo: genio sregolato.
Dagli anni d'oro al Barcellona, al passaggio al Parma, passando per il Pallone d'Oro

 

Per rimanere in tema di numero 8 guidati da grande genialità, vi proponiamo la storia del bulgaro Stoichkov, storia alquanto particolare, perchè contrassegnata anche da, a volte eccessiva, sregolatezza.
 

Gli inizi
 

Nato l’8 febbraio del 1966 a Plovdiv, Stoichkov cresce nel Maritsa, squadra della sua città natale, e successivamente passa all’Hebros di Harmanli, dove trascorre due stagioni condite dai primi gol in carriera.
Il CSKA di Sofia, una delle società calcistiche più blasonate del paese, lo tiene d’occhio e si assicura le sue prestazioni nel 1984: alla prima stagione con la squadra dell’esercito segna appena un gol in undici partite. Soprattutto, esterna già il suo carattere tutt’altro che mite: il 18 giugno 1985 è il giorno della finalissima della Coppa nazionale contro gli eterni rivali del Levski. Alcune decisioni arbitrali surriscaldano gli animi, i giocatori se ne danno di santa ragione ed anche il direttore di gara viene aggredito: Stoichkov rimane coinvolto in una rissa e verrà squalificato.
 

Stoichkov torna in campo e trascina il CSKA verso grandi traguardi: grazie alle sue reti, la squadra della capitale conquista tre scudetti, altre tre coppe nazionali ed una Supercoppa di Bulgaria.

Il 1989 è l’anno della consacrazione: realizzando 38 reti in 30 incontri si aggiudica lo scettro di capocannoniere del campionato.
 

L'approdo al Barca
 

Con queste cifre da capogiro, la sua permanenza in Bulgaria ha ormai le ore contate: il grande Johan Cruijff, allenatore del Barcellona, lo nota e lo vuole fortemente nella sua squadra.
È il 1990 e Stoichkov sbarca in Catalogna: con i blaugrana continua a confermare le sue doti di genio e sregolatezza.
Se da una parte persevera nella sua intemperanza (un pestone all’arbitro Urízar Azpitarte gli costa svariate giornate di squalifica), dall’altra contribuisce in prima persona alla conquista di altri scintillanti trofei: quattro scudetti consecutivi, tre Supercoppe di Spagna, una Supercoppa Europea e, soprattutto, la prestigiosa Coppa dei Campioni.
 

Il Pallone d'Oro
 

Stoichkov non fa comunque solo le fortune dei club: anche la Nazionale – della quale diventa leader indiscusso – beneficia delle sue magie e dei suoi gol imprevedibili, tanto da qualificarsi per la fase finale dei Mondiali di Usa 94. L’avvio non è dei migliori, ma la squadra riesce a superare la fase a gironi battendo l’Argentina di Maradona: dopo aver avuto la meglio sul Messico ai rigori, ecco arrivare il capolavoro ai quarti contro la Germania.
L'avventura però verrà fermata dall'Italia in semifinale. Nonostante ciò a fine anno vince il Pallone d'Oro, entrando per sempre nella storia come il primo bulgaro ad averlo vinto.
 

L'approdo in Italia
 

Nella stagione successiva al Barcellona ha però un brusco calo, complici anche alcuni dissapori con Cruijff. 
 

Mi ha cacciato perché non sopportava che io col Barça avessi vinto più di quanto gli era riuscito in tutta la sua carriera di calciatore – dichiarerà in seguito a proposito di Cruijff – ma l’ aveva detto chiaro e tondo: fosse per me, tu non giocheresti mai.


Quindi nell'estate del 1995 l'approdo al ParmaLe prime uscite in maglia gialloblù fanno ben sperare: a New York segna una doppietta nella sfida di «Parmalat Cup» contro il Boca Juniors, in campionato esordisce subito con una punizione da manuale del calcio contro l’Atalanta.

Resterà però un'illusione perchè durante la stagione un giovane Pippo Inzaghi gli ruberà la scena.
 

Fine carriera
 

Il bulgaro dopo solo un anno torna quindi al Barcellona, nel frattempo non più allenato da Cruijff. arrivano altre due Supercoppe (di Spagna e d’Europa), la Coppa delle Coppe e la Coppa del Re.

Ma è evidente a tutti che la sua carriera e in fase calante: nella primavera del 1998 torna al CSKA per una breve parentesi, poi vola addirittura in Arabia Saudita per giocare nell’Al-Nasr, con cui vince la Coppa delle Coppe asiatica. L’anno successivo la rotta prosegue verso l’Estremo Oriente: Stoichkov si fa ammaliare dagli yen e per due stagioni gioca in forza al Kashiwa Reysol.

La sua carriera si chiude nella MLS, massimo campionato calcistico degli Stati Uniti sorto da pochi anni, con le maglie di Chicago Fire prima e DC United successivamente.



Egidio DePadova
Betscanner

INFO BONUS ESCLUSIVO 888: 100% fino a 100€

Mercoledì 19/05

INFO BONUS ESCLUSIVO 888: 100% fino a 100€

Bonus Scommesse

Come funziona Bonus Scommesse 888? Scopri tutte le promo e come attivarle   Info Bonus Scommesse Sport - 888 888 premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto sport: bonus sul primo deposito del 100% fino a 100€ inviando i documenti e verificando il conto   Come funziona il bonus scommesse 888 e come attivarlo   1) Compilando i campi necessari per la regist...

Leggi
INFO BONUS POKERSTARS SPORT: fino 100€ per le tue scommesse

Mercoledì 19/05

INFO BONUS POKERSTARS SPORT: fino 100€ per le tue scommesse

Bookmaker

Come funziona Bonus PokerStars Sport scommesse? Scopri tutte le promo e come si possono attivare   Sky Bet diventato ormai PokerStars Sport premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto per un totale di 100€.10€ come rimborso sulla prima giocata nel caso questa sia perdente. Successivamente, i giocatori potranno ricevere un ulteriore bonus di €10 piazzando multiple di 3 ...

Leggi
Il gioco è vietato ai minori di 18 anni. Giocare troppo può causare dipendenza.
Bonus

Schedina

Reset

Nessun evento

Schedina vuota

Componi la tua schedina gratis, compara e scopri dove puoi vincere il massimo!

Importo

Vincita MIN

00,00€

Vincita MAX

00,00€