Apri
Betscanner
Betscanner
Betscanner
Schedina

Venerdì 13/12

Serie B: Il punto della situazione

Approfondimenti

Serie B: il punto della situazione. Dal ritorno alla vittoria del Pordenone, al colpo esterno del Frosinone di Nesta. Cosa è successo nell'ultimo turno di B.

Prima vittoria esterna del Frosinone di Nesta che da seguito al suo momento positivo e dimostra di aver imboccato la strada giusto verso una costanza che al momento è mancata come il pane. Perde invece l'imbattibilità dell'Arena Garibaldi il Pisa di D'Angelo, battuto da un cinico e spietato Entella, con un secco 0-2. Muzzi trova invece la sua prima vittoria tra i professionisti con la rimonta casalinga sull'Ascoli, grazie al gol al 93' di La Gumina. Analizziamo nel dettaglio i match dell'ultima giornata per carpire stati di forma e morale delle squadre della serie cadetta.

JUVE STABIA-FROSINONE 0-2

Il Frosinone conferma il proprio momento positivo conquistando la prima vittoria esterna in campionato sul campo di una Juve Stabia quasi mai pericolosa. Alla prima occasione utile gli ospiti passano in vantaggio con un siluro dalla distanza di Beghetto con la colpevole complicità del portiere stabiese Russo. Nella ripresa la Juve Stabia spinge ma è il Frosinone a legittimare il vantaggio con un palo colpito di Dionisi, in apertura, ed una clamorosa traversa di Ciano. Il Frosinone che vola a 23 punti in classifica, le Vespe restano quartultime a 14.

PISA-VIRTUS ENTELLA 0-2

Dopo due mesi e mezzo il Pisa perde l'imbattibilità all'Arena Garibaldi. Merito di una Virtus Entella spietata e cinica. La gara si sblocca al 28′ quando De Luca elude il fuorigioco nerazzurro scattando da solo verso Gori e trafiggendo il portiere locale, inutili le proteste dei toscani. Per la zanzara 5° gol in campionato e terza partita consecutiva in rete, non gli era mai successo. All'80' ingenuità clamorosa di De Luca che, dopo un off-side, butta via il pallone e rimedia la seconda ammonizione. Nerazzurri tutti avanti, Benedetti prende un clamoroso incrocio dei pali: la porta sembra davvero stregata. In pieno recupero in contropiede Schenetti libera in area Toscano trafigge l'ottimo Gori per il definitivo 0-2. L'Entella vola così a 22 in zona playoff, Pisa fermo a 20 al 12° posto.

PORDENONE-CROTONE 1-0

Nuova battuta d'arresto per il Crotone. Nonostante una buona gara disputata allo stadio Friuli, la formazione di Giovanni Stroppa si è arresa al cospetto di un Pordenone meno brillante rispetto al solito, ma capace di capitalizzare al meglio la sola occasione da gol creata e portarsi al secondo posto in classifica. Proprio allo scadere del primo tempo, infatti, i neroverdi trovano il fortunato vantaggio, grazie a un'autorete di Mustacchio. L'esterno bresciano, nel tentativo di anticipare Chiaretti, pronto a ricevere un cross dalla destra di Gavazzi, devia la palla nella propria rete spiazzando Cordaz.

CITTADELLA-SALERNITANA 4-3

Vittoria meritata del Cittadella sulla Salernitana. Nel giro di 20′ la squadra di Venturato crea tre occasioni limpide con Rosafio, Diaw e Branca, ma sono gli ospiti ad andare in vantaggio al 21′ con l'ex Djuric che incorna da centro area e infila all'incrocio dei pali. Il pari non tarda ad arrivare. Dieci minuti più tardi infatti, il bomber Diaw castiga Micai con un fendente dopo un'azione insistente di D'Urso. Il risultato viene completamente rovesciato al 31′ grazie a Benedetti che trova lo spiraglio giusto dal limite. Allo scadere del primo tempo i padroni di casa arrotondano sempre con Diaw. Stesso copione nella ripresa. E inevitabilmente arriva il poker realizzato da D'Urso dopo una combinazione con Branca. I campani reagiscono e nel finale riducono per due volte le distanze con l'ex Giannetti (78′) e con Kiyine su rigore (81′).Poi all'ultimo secondo lo stesso Giannetti spreca la palla del pari ciccando clamorosamente di sinistro davanti al portiere.

PESCARA-VENEZIA 2-2

Sotto di due gol contro il Pescara, il Venezia compie una bella rimonta portando a casa un pareggio più che meritato. In avvio di gara all'Adriatico Galano (9° centro stagionale) di testa sblocca il risultato sfruttando un bell'assist di Machin. La reazione dei lagunari è veemente. Capello si vede annullare una rete, poi colpisce il palo e sciupa un'altra buona chance. Venezia vicino al pari anche con Aramu. Si va al riposo sul punteggio di 1-0 per i biancazzurri che in avvio di ripresa (48′) raddoppiano con una perla di Machin (7° gol in campionato). Il Venezia non si arrende e con Aramu prima accorcia le distanze (25′) anche grazie a un errore di Kastrati e all'89' pareggia i conti sempre con il trequartista ex Torino.

EMPOLI-ASCOLI 2-1

Vittoria liberatoria per l'Empoli di Muzzi che dopo 8 partite senza successi supera 2-1 l'Ascoli e torna a sorridere. Vantaggio ospite a metà del primo tempo con un colpo di testa di Brosco, che tutto solo batte Brignoli. L'Empoli non ci sta e nella ripresa trova il pari con Balkovec che, su calcio di punizione, beffa Leali, infilando la sfera nell'angolino. Dezi viene atterrato in area da Petrucci, per Illuzzi è calcio di rigore. Sul dischetto va La Gumina che però si fa ipotizzare da Leali e dal palo. Poi, nel finale, in mischia, è proprio La Gumina a segnare il gol che regala i tre punti agli azzurri.

SPEZIA-LIVORNO 2-0

Lo Spezia batte 2-0 il Livorno e respira in chiave salvezza. Il vantaggio arriva al 33′ con un'azione sulla fascia condotta da Bidaoui che serve Mastinu, abile a crossare per Ragusa che insacca. Breda prova con qualche cambio nella ripresa, ma sono ancora i padroni di casa che prima sfiorano il raddoppio con Maggiore, poi lo trovano con un gran tiro dalla distanza di Mastinu. Nel finale Scuffet salva sul nuovo entrato Raicevic, ma il successo spezzino non fa una piega.

CHIEVO-CREMONESE 1-0

Una prodezza balistica di Giovanni Di Noia, al suo debutto da titolare, regala al Chievo un successo sofferto. I veneti mandano al tappeto una Cremonese mai doma che lotta con grande energia sino allo scadere nonostante l'infeririotà numerica causa l'espulsione di Mogos. Il Chievo scatta in zona promozione, la Cremonese scivola verso i playout.

PERUGIA-COSENZA 2-2

In vantaggio prima con Iemmello e poi con Falasco, a segno con un braccio, gli uomini di Oddo si fanno raggiungere dagli ospiti, a segno con Sciaudone e Riviere, e scivolano al quinto posto. Pali di Iemmello e Capone. Il Perugia parte forte, spaventa subito Perina con Rosi e Carraro e al 18’ passa: su una punizione dalla trequarti destra di Dragomir, Iemmello colpisce il palo di testa ma poi, sulla ribattuta, ribadisce in rete sempre di testa. l Cosenza resiste e in avvio di ripresa (46’), alla prima vera occasione, pareggia con Sciaudone che si avventa su un pallone rimpallato in area. Il Perugia si rimbocca le maniche e, dopo aver impegnato di nuovo Perina con Bonaiuto, torna in vantaggio (66’) anche se con un gol irregolare: Falasco si avventa su un angolo dalla sinistra di Dragomir e devia la palla in rete ma con il braccio sinistro. Il Cosenza reagisce rabbiosamente e dopo appena 3’ pareggia di nuovo: Riviere in spaccata volante anticipa Vicario su un cross dalla destra di Baez e insacca. Il Cosenza ci prova con maggior determinazione fino in fondo e va per altre tre volte vicino alla vittoria con Baez, Riviere e lo stesso Bruccini. Il Perugia chiude la gara in 10 per l’espulsione al 94′ di Dragomir, reo di una testata a Machach

BENEVENTO-TRAPANI 5-0

Il Benevento spicca il volo. La capolista travolge 5-0 il Trapani e, grazie alla terza vittoria di fila e al sesto risultato utile consecutivo, allunga in vetta portandosi a +12 sulle inseguitrici. La squadra di Pippo Inzaghi offre una straordinaria prova di forza: mette la gara sui binari giusti con il 2-0 della prima frazione e amministra nella ripresa, per poi dilagare nel finale, trascinata da un sontuoso Viola. Il Benevento sblocca il risultato al primo vero affondo: al 10′ Coda schiaccia in rete di testa un traversone di Sau. La spinta giallorossa si concretizza al 31′, quando il direttore di gara concede rigore - tra le proteste del Trapani - per un intervento di Fornasier ai danni di Maggio. Dal dischetto Viola calcia in modo perfetto, spiazzando Carnesecchi: il 2-0 legittima la supremazia mostrata nel primo tempo dal Benevento. Gli uomini di Inzaghi gestiscono con sicurezza il doppio vantaggio e dilagano nel finale. Al 79′ Sau segna con un tap-in da distanza ravvicinata, dopo la grande risposta di Carnesecchi su Coda, poi inizia lo show di Viola. Il centrocampista cala il poker all'82', beffando il portiere ospite con un'incredibile punizione da centrocampo, e fissa il risultato sul definitivo 5-0 all'88' con una botta imprendibile dopo l'assist di tacco di Insigne.

Egidio De Padova
Betscanner

 

INFO BONUS SNAI: 5€ subito + 100% fino a 300€

Mercoledì 01/09

INFO BONUS SNAI: 5€ subito + 100% fino a 300€

Info

Come funziona Bonus Snai? Scopri tutte le promo e come si possono attivare   Snai premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto: € 5 subito inviando i documenti + un bonus di benvenuto fino a 300€. Il bonus corrisponde al 100% dei primi depositi fino a 100€ e al 50% fino a 200€ per l'importo che eccede i 100€.    CLICCANDO QUI PUOI APRIRE UN CONTO ED ...

Leggi
INFO BONUS PLANETWIN365: Bonus di Benvenuto fino a 500€

Mercoledì 01/09

INFO BONUS PLANETWIN365: Bonus di Benvenuto fino a 500€

Info

Come funziona Bonus PlanetWin365? Scopri tutte le promo e come si possono attivare   Planetwin365 premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto fino a 500€.  Ricevi fino a 500€ sui tuoi primi 3 depositi. Per attivare il bonus bisogna aprire un nuovo conto gioco e attivare il Bonus dalla sezione del conto gioco Mio Bonus Disponibile.   CLICCANDO QUI PUOI APRIRE...

Leggi
Il gioco è vietato ai minori di 18 anni. Giocare troppo può causare dipendenza.
Bonus

Schedina

Reset

Nessun evento

Schedina vuota

Componi la tua schedina gratis, compara e scopri dove puoi vincere il massimo!

Importo

Vincita MIN

00,00€

Vincita MAX

00,00€