Apri
Betscanner
Betscanner
Betscanner
Schedina

Venerdì 13/03

I ribaltoni più incredibili nella storia della Champions League

Approfondimenti

I ribaltoni più incredibili della Champions League
 

 

La Champions League è in assoluto la competizione più bella che che un amante del calcio possa vedere: è un mix di imprevedibilità, passione, spettacolo e molto altro. La fase più avvincente è senza dubbio quella ad eliminazione diretta: 2 partite per un totale di 180 minuti di adrenalina pura. Le sfide sono lunghissime ed avvincenti e nessuna di queste è certa, non c’è una costante che possa rassicurare la squadra in vantaggio: si gioca fino all’ultimo secondo.
 

Se c’è una cosa che la Champions ci ha abituato a vedere infatti, è la possibilità che, da un momento all’altro possa accadere qualcosa che ribalti completamente la situazione, generando un’atmosfera impensabile fino a poco prima. Andiamo dunque ad analizzare alcuni dei ribaltoni più clamorosi nella storia della Champions League.
 

 

Milan – Liverpool 3-3

 

I milanisti hanno ancora l’amaro in bocca per questa finale di Champions League persa contro il Liverpool: siamo a Istambul, città maledetta per i rossoneri da questo giorno. Correva la stagione 2004/2005

Allo scadere del primo tempo, il risultato è agghiacciante e di quelli mai visti prima in una finale di Champions: 3-0 per il Milan. Una squadra composta da campioni, Ancelotti aveva saputo amalgamarli nel migliore dei modi, ed i risultati erano evidenti. Il Liverpool era totalmente in affanno, veniva schiacciato dai rossoneri che si stavano confermando come una delle squadre più forti al mondo.

Molti tifosi rossoneri si erano come “rilassati”, l’atmosfera non era più tesa, erano tutti pronti a festeggiare il ritorno della coppa dalle grandi orecchie a Milano, dopo la vittoria della competizione in finale contro la Juventus nel 2003.

A 10 minuti dall’inizio del secondo tempo però, il Liverpool, con i goal di Gerrard e Smicer, aveva letteralmente riaperto i giochi. Poco dopo, il goal di Xabi Alonso su rigore ha permesso ai Reds di pareggiare i conti. Nell’arco di pochi minuti, il Milan ha perso una coppa dei campioni: arriverà infatti, il successo del Liverpool ai rigori.

 

Juventus-Atletico Madrid 3-0

 

Quello che Diego Simeone è riuscito a costruire negli anni, da solo, è qualcosa di impensabile. L’Atletico Madrid è una squadra che ha grinta, determinazione, costanza, nata dal nulla: una generazione di vincenti, pronti a far tutto per il proprio allenatore.

Nella passata stagione, agli ottavi di finale della Champions League, per la Juventus, ritrovarsi sotto 2-0 dopo la prima sfida con i Colchoneros era una vera e propria condanna a morte. Nonostante il ritorno fosse in casa e nell’attacco della Juventus si trovasse un certo Cristiano Ronaldo, era quasi impossibile recuperare. La difesa dell’Atletico era impenetrabile, forte sotto tutti i punti di vista.

Ma come vi dicevamo, nella Champions nulla è impossibile. Nel primo tempo, la Juventus ha acceso le speranze dei propri tifosi con il goal del solito Cristiano Ronaldo.

Nella ripresa, l’Atletico Madrid si era riorganizzato in difesa, i bianconeri avevano sempre più difficolta nel trovare la via del goal e il sogno rimonta si stava lentamente spegnendo. Da un cross “innocuo” di Cancelo, salta con determinazione Cristiano Ronaldo, che con un colpo di testa decisivo pareggia i conti nella doppia sfida.

Verso la fine del match, a seguito di un goal clamoroso sbagliato da Kean, Bernardeschi parte dalla propria area di rigore, palla al piede verso quella avversaria. Nessuno è riuscito a fermarlo, se non Correa, che con una spinta decisiva, causa un fallo di rigore che è una doccia fredda per l’Atletico Madrid: sul dischetto Ronaldo è una sentenza. L’asso portoghese infatti, sigla il goal che consentirà alla Juventus di approdare ai quarti di finale, compiendo una rimonta clamorosa.

 

Roma-Barcellona 3-0

 

Il Barcellona, nella stagione 2017-2018, nonostante avesse perso Neymar, era una delle contendenti principali alla Champions League. Nei quarti di finale, doveva scontrarsi con la Roma. Per molti, la semifinale era già in pugno per i catalani: troppo forti rispetto ai giallorossi. Ma la squadra della capitale stava vivendo uno dei momenti migliori degli ultimi anni, la gestione Di Francesco aveva creato un clima sereno in cui i giocatori riuscivano a crescere giorno dopo giorno.

L’andata portò ad una vittoria schiacciante del Barcellona, per 4-1. Quel goal siglato in trasferta, però, era un segnale di speranza. Serviva un’impresa storica e quasi senza precedenti per una squadra come la Roma. I giallorossi, spinti dalla carica dell’Olimpico, riescono ad imporre il proprio gioco contro il Barcellona. Dzeko trova il goal del vantaggio e De Rossi, dal dischetto, conferma la possibilità di una rimonta.

Manolas, su calcio d’angolo, fa esplodere tutto lo stadio: la Roma, contro ogni pronostico, vola in semifinale di Champions League. Nel 3-0 finale (4-4 complessivo), è stato fondamentale proprio il goal segnato fuori casa.

 

Barcellona-Milan 4-0

 

Nella stagione 2012/2013, Barcellona e Milan si sono affrontati per gli ottavi di finale della Champions League: i catalani sulla carta erano nettamente favoriti. Sulla panchina dei rossoneri si trovava un certo Max Allegri, che all’andata riuscirà in un vero e proprio miracolo sportivo: 2-0 in casa contro i marziani del Barca.

Il ritorno però era al Camp Nou: il tempio del calcio, dove tutto è possibile, ed una rimonta era più che alla portata per una squadra come il Barcellona.

All’inizio del match, Messi apre subito le danze con un goal imprendibile per Abbiati. Il Milan è schiacciato nella propria area dal gioco del Barcellona, riesce tuttavia a costruirsi una nitida occasione da goal, fallita clamorosamente da Niang. Poco dopo Messi trova nuovamente il goal, portando le squadre agli spogliatoi sul risultato di parità nella doppia sfida.

Il secondo tempo sarà a senso unico, con il Barcellona che con il goal di David Villa si assicura il vantaggio nella doppia sfida. La partita finirà 4-0, con il goal allo scadere di Jordi Alba: il Barcellona passa il turno, con il Milan che non ha saputo gestire il proprio vantaggio.

 

 

Samuele Oddi
Betscanner

 

INFO BONUS SNAI: 5€ subito + 100% fino a 300€

Mercoledì 01/09

INFO BONUS SNAI: 5€ subito + 100% fino a 300€

Info

Come funziona Bonus Snai? Scopri tutte le promo e come si possono attivare   Snai premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto: € 5 subito inviando i documenti + un bonus di benvenuto fino a 300€. Il bonus corrisponde al 100% dei primi depositi fino a 100€ e al 50% fino a 200€ per l'importo che eccede i 100€.    CLICCANDO QUI PUOI APRIRE UN CONTO ED ...

Leggi
BET365 BONUS BENVENUTO: 100% fino a 100€

Giovedì 12/08

BET365 BONUS BENVENUTO: 100% fino a 100€

Bonus Scommesse

Come funziona Bonus Bet365? Scopri tutte le promo e come si possono attivare, qui tutte le info   Bet365 premia i nuovi clienti con una promozione di benvenuto: bonus sul primo deposito del 100% fino a 150€ inviando i documenti e verificando il conto   CLICCANDO QUI PUOI APRIRE UN CONTO ED AVERE IL BONUS   Per sfruttare il Bonus ti basterà semplicemente iscriverti...

Leggi
Bonus Scommesse

Registrati ai siti di scommesse ed accumula
i migliori Bonus in un unico punto.

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni. Giocare troppo può causare dipendenza.
Bonus

Schedina

Reset

Nessun evento

Schedina vuota

Componi la tua schedina gratis, compara e scopri dove puoi vincere il massimo!

Importo

Vincita MIN

00,00€

Vincita MAX

00,00€